Da Nicoletta Perego riceviamo:

Matteo Rubino, Quattro racconti per persone distratte, Narcissus.me

“..Di te m’innamoro sebbene non possa, perché questo presente rubato è tutto ciò che ci è concesso. …”

rubino

 

dalla presentazione dell’editore:

Quattro racconti per persone distratte: solo perché quattro, in fondo, significa pochi. Ed i lettori, poi, sono sempre distratti: perché sono uomini e donne. Quindi non c’è nulla di speciale, nulla di straordinario, in questo titolo. Forse, neppure in questo libro. Quattro racconti – o forse più – per chi non si lascia incantare dalle apparenze ma ama lasciarsi stupire dalla bellezza che si nasconde e che si lascia inseguire. Racconti per chi non cerca sorprese scontate. Per chi è pronto a rimettere in gioco le proprie convinzioni, ritornando sui propri passi: per guardare meglio negli angoli, smuovendo la polvere, resistendo agli abbagli. Per chi vuole capire, superando i malintesi. Quattro racconti – ma anche meno, forse – di certo non per tutti. Racconti legati dal file rouge della sopresa, del fraintendimento, dell’incapacità a comunicare, dello stupore. Un gioiello, ambizioso ed imperdibile!

Annunci