Da Barbara Spalluto riceviamo C. Chiavari, Cinque canzoni e una bonus track, INTERMEDIA edizioni.

Barbara ci scrive: Un racconto ben strutturato ma leggero, con personaggi veri, sinceri che si mettono a nudo ma con delicatezza e quasi in punta di piedi. I riferimenti musicali fanno da sfondo e nello stesso tempo rimarcano e colorano la storia come in un quadro rendendo la lettura ancora più piacevole e spedita.

——-

“Una coincidenza? Apparentemente sì, come tutto quello che stava accadendo in quei momenti. Perché, a causa di una distrazione, terminato l’ennesimo ascolto di <<Liberi liberi>>, Paolo ritardò a riavvolgere il nastro e, con una potenza inaspettata, queste parole gli rimbombarono dentro: <<…guardami quando mi parli…>>…”

Dalla presentazione dell’editore:

Ci sono canzoni che arrivano inaspettatamente nella tua vita e ti rimangono dentro per sempre. Ci sono canzoni che vivi da protagonista perché le loro parole coincidono con le tue avventure e sventure. Beatrice e Paolo sono l’esempio di come la musica può raccontare storie di gente comune, di ragazzi e ragazze della porta accanto. È una generazione che si racconta tramite la musica che ha vissuto. E non sono soli…