Da Lorenza Rappoldi ci scrive: “ecco una nuova segnalazione! Edith Wharton in uno dei suoi romanzi meno conosciuti (forse) in Italia. Tratta di un carteggio, guarda caso un argomento che ricorda Henry James (“Il carteggio Aspern”), l’autore a cui lei assomiglia moltissimo per gli approfondimenti psicologici. Avrei voluto segnalare prima Henry James, ma non trovo più il libro! Lo troverò, sarà in una “seconda” fila della libreria….  E, comunque, forse è più interessante segnalare prima Edith Wharton.

“Glennard lasciò cadere lo Spectator e rimase seduto a osservare il fuoco.

Il circolo si stava riempiendo, ma lui era ancora solo nella piccola sala interna che si affacciava sulla prospettiva sempre più buia della Fifth Avenue, battuta dalla pioggia. …”

Dalla presentazione dell’editore:

La protagonista del romanzo è una nota scrittrice, Margaret Aubin, già morta ed è presente solo attraverso le sue lettere e la memoria di Stephen a cui erano destinate.

 

 

 

 

 

 

Annunci