UNA METRONOVELADa Lorenza Rappoldi riceviamo S. Bartezzaghi, M – una metronovella, Einaudi.

“…Non bisogna essere troppo pignoli, con la metropolitana. La fermata di Sant’Ambrogio non è in piazza Sant’Ambrogio e non è nemmeno in un luogo di Milano che abbia un nome preciso….”

Dalla presentazione dell’editore:

Tra arrivi e partenze, amicizie lunghe una vita e disincontri quotidiani, orizzonte superiore e orizzonte inferiore, ricordi tenaci e attimi mancati, Stefano Bartezzaghi ci conduce in un insolito viaggio sentimentale nella sua città. E la sua linguacornucopia scava nell’ovvio e nel mediocre del quotidiano e dell’oggetto comune per produrre riverberi insoliti, lampi di ricordi, nuovi angoli di osservazione, storie frivole e serie di persone note o del tutto sconosciute che insieme a Milano ci raccontano anche un’altra possibile città. Magari la nostra.

 

 

Annunci