Da Alfonsa Casciaro riceviamo Quanto vale un uomo di Andrea Camilleri.

“Non sarebbe bello se potessimo andare stasera a teatro e a mezzanotte prendere l’aereo per Chicago per essere puntuali alla conferenza di domattina?”

 

 

 

 

 

 

 

 

Dalla presentazione dell’editore:

Il drammatico eccidio nazifascista del 1944 nel borgo di Niccioleta in Val di Cecina; la tragica spedizione del generale Nobile al Polo Nord con il dirigibile “Italia”; la pionieristica “nave volante” di Bellanca, geniale ingegnere siciliano che costruì il primo monoplano per la trasvolata dell’Atlantico.

Tre storie, o meglio tre idee di storie, semplici canovacci scaturiti dalla fervida mente di Andrea Camilleri con Annalisa Gariglio e ripresi, ampliati e portati sulle scene da tre grandi interpreti contemporanei: Marco Baliani, Ascanio Celestini e Marco Paolini. Quanto vale un uomo riunisce i testi originali e i monologhi rielaborati dai tre attori in un appassionante confronto dal quale emerge tutta la tensione creativa di un work in progress.

 

 

 

 

 

Annunci