Da Claudia Graziani riceviamo E. Moretti, Quasi a cena, Mursia

“Oggi piove.

La Vecchia dice che è normale, che ha fatto fin troppo bello nei giorni scorsi e che devo abituarmi, perché in montagna viene sempre brutto all’improvviso.

Io volevo uscire a camminare anche sotto l’acqua, giusto nei prati attorno alla malga, ma la Vecchia mi ha detto se non ero matto, con ancora mezza polmonite addosso e mi ha relegato in casa.”

Dalla presentazione dell’editore:

“Una famiglia adesso ce l’ho anch’io. Scalcinata. Senza legami di parentela. Però fichissima”. Una storia tenera e crudele che trascina il lettore nella vita di una famiglia alquanto strana in una malga sui monti, lontano dai lupi che si aggirano nelle città divorando ragazzini come Adrian, pieno di rabbia contro la vita che lo ha preso a calci. A loro la Vecchia apre la sua casa, per salvarli ma anche per salvare se stessa. Una famiglia per caso, in cui ciascuno deve combattere duramente contro segreti, silenzi e bugie per arrivare quasi a casa.